Sito Ufficiale del Comune di Ravenna

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Ravenna
 
 
Procedimenti di:
Mobilità
 
 
 
 
Siti e portali esterni
 
Sei in: Home ›› Aree Tematiche ›› Ambiente, Territorio e Mobilità ›› Mobilità ›› Mare d'estate ›› Mare d'estate - Stagione 2017

Mare d'estate - Stagione 2017

Sono entrati in vigore in occasione del ponte del 25 aprile 2017 i principali provvedimenti stagionali legati ai trasporti pubblici, alla viabilità, alla sosta, alla sicurezza nelle località balneari.

SERVIZIO GRATUITO DI BUS NAVETTA PER MARINA DI RAVENNA E PUNTA MARINA TERME

Da venerdì 21 aprile a domenica 3 settembre torna il servizio gratuito di bus navetta svolto da Start Romagna per conto del Comune; dai parcheggi di via del Marchesato e di via Trieste al litorale di Marina di Ravenna e dal parcheggio di via Trieste al litorale di Punta Marina Terme, transiterà con il seguente calendario ed orari:

Litorale di Marina di Ravenna
Maggio e Settembre
• sabato dalle 14 alle 2: corse ogni 15 minuti
• domenica dalle 9 alle 22: corse ogni 12 minuti (ogni 15 minuti dalle 20 in poi)
Giugno
• venerdì dalle 20 alle 2: corse ogni 15 minuti
• sabato dalle 14 alle 2: corse ogni 15 minuti
• domenica dalle 9 alle 22: corse ogni 12 minuti (ogni 15 minuti dalle 20 in poi)
Luglio e agosto
• venerdì dalle 20 alle 2: corse ogni 15 minuti
• sabato dalle 9 alle 2: corse ogni 15 minuti (dalle 9 alle 14 e dalle 20 a fine servizio), corse ogni 12 minuti dalle 14 alle 20
• domenica dalle 9 alle 22: corse ogni 12 minuti (ogni 15 minuti dalle 20 in poi)
Litorale di Punta Marina Terme - Corse ogni 15 minuti
Maggio e settembre
• sabato dalle 14 alle 2
• domenica dalle 9 alle 22
Giugno
• venerdì dalle 20 alle 2
• sabato dalle 14 alle 2
• domenica dalle 9 alle 22
Luglio e agosto
• venerdì dalle 20 alle 2
• sabato dalle 9 alle 2
• domenica dalle 9 alle 22
Giorni con orari speciali
Giugno
giovedì 1 dalle 20 alle 4, venerdì 2 dalle 9 alle 2.
Luglio
venerdì 7 dalle 20 alle 4, sabato 8 dalle 9 alle 4.
Agosto
venerdì 11 dalle 20 alle 2, sabato 12 dalle 9 alle 2, domenica 13 dalle 9 alle 2, lunedì 14 dalle 9 alle 4, martedì 15 dalle 9 alle 2

Tutte le informazioni sugli orari sono comunque affisse alle fermate e saranno pubblicate sul sito di Start Romagna ( www.startromagna.it ).

SOSTA A PAGAMENTO A MARINA DI RAVENNA, PUNTA MARINA TERME E LIDO DI DANTE

Da venerdì 21 aprile a domenica 3 settembre sarà in vigore anche la sosta a pagamento in viale della Pace e in viale delle Nazioni a Marina di Ravenna, in viale Colombo a Punta Marina Terme, nell’area compresa tra i viali Del Duca/Piccarda e gli stabilimenti balneari a Lido di Dante.
La sosta sarà a pagamento nelle giornate del venerdì (ad esclusione di venerdì 2 giugno) e giovedì 1 giugno dalle 20 alle 2; nelle giornate del sabato e nei giorni domenica 23 aprile, lunedì 24 aprile, domenica 30 aprile, venerdì 2 giugno, domenica 9 luglio, domenica 13 agosto, lunedì 14 agosto e martedì 15 agosto dalle 9 alle 2; nelle giornate della domenica (ad esclusione di domenica 23 aprile, domenica 30 aprile, domenica 9 luglio, domenica 13 agosto) e nei giorni martedì 25 aprile e lunedì 1 maggio dalle 9 alle 22.
Le tariffe sono invariate: 50 centesimi all’ora nella fascia 9-18, con possibilità di forfait diurno per 3 euro complessivi; 1 euro all’ora dalle 18 al termine, con possibilità di forfait serale - notturno per 4 euro complessivi. I parcometri daranno la possibilità di acquistare i due forfait in una sola volta al prezzo di 7 euro.

Marina di Ravenna: divieto di transito per i bus non di linea dal 22 aprile al 19 giugno
Inoltre da venerdì 21 aprile a domenica 18 giugno a Marina di Ravenna è vietato il transito di autobus/pullman (non di linea e non autorizzati) in viale della Pace (nel tratto compreso fra il lungomare Colombo e viale della Nazioni), viale delle Nazioni (nel tratto compreso fra viale della Pace e viale Ciro Menotti), in viale Ciro Menotti (nel tratto compreso fra viale delle Nazioni e via Trieste), in via Trieste (da viale Ciro Menotti verso nord), nella sottostrada di viale Ciro Menotti (nel tratto compreso tra il civico 81 e il civico 111), in via Maria Bartolotti, in via Marmarica e in via Fabbrica Vecchia. Per autobus/pullman autorizzati sono da intendersi quelli che sono diretti alle strutture ricettive, quelli adibiti al trasporto di gruppi di persone, limitatamente alle giornate feriali e nella fascia oraria dalle 7 alle 18 e quelli che di volta in volta sono autorizzati singolarmente dal Corpo di Polizia municipale.

SOSTA E ACCESSO REGOLAMENTATI NEGLI STRADELLI RETRODUNALI

Da sabato 13 maggio a sabato 28 ottobre saranno in vigore le consuete ordinanze che regolamentano la sosta e l’accesso dei mezzi motorizzati agli stradelli retrodunali (demanio marittimo) di Marina di Ravenna e Punta Marina Terme.
Nello specifico, a Marina di Ravenna l’ordinanza riguarda il tratto fra lo stradello in prossimità del bagno Waimea e fino al bagno ai Tamerici; a Punta Marina Terme il tratto fra lo stradello in prossimità del bagno Ruvido e fino al bagno Miramare e dal bagno Miramare al Chaplyn.
I provvedimenti, al sesto anno di applicazione, sono stati presi per tutelare le caratteristiche ambientali delle zone interessate e l’incolumità delle persone, salvaguardando il passaggio dei pedoni e dei mezzi di servizio e di soccorso.
Prevedono che nelle zone citate la sosta e l’accesso dei mezzi motorizzati siano consentiti solo ed esclusivamente nelle specifiche aree, retrostanti gli stabilimenti balneari, autorizzate ai titolari delle concessioni demaniali marittime come ampliamenti stagionali destinati alla sosta dei mezzi motorizzati, che dovranno essere opportunamente segnalate e delimitate a cura dei concessionari al fine di una loro precisa individuazione, prevedendo almeno una postazione per gli utenti diversamente abili.
Inoltre l’accesso dei mezzi motorizzati alle aree del demanio marittimo è consentito attraverso gli stradelli retrodunali adiacenti gli stabilimenti balneari esclusivamente per raggiungere le suddette aree di sosta e per consentire il percorso che da queste conduce alla prima uscita dal demanio marittimo.
Le violazioni si configurano quali occupazioni abusive di spazio demaniale marittimo con veicoli, sanzionabili ai sensi dell’articolo 1161 comma 2 del Codice della Navigazione e successive modificazioni e integrazioni (206 euro).

ORDINANZA CONTRO L'ABUSO DI ALCOL E PER IL DECORO URBANO A MARINA DI RAVENNA

Nelle giornate di venerdi, sabato e domenica fino al 26 giugno, e successivamente tutti i giorni dal 30 giugno al 3 settembre, a Marina di Ravenna è in vigore la consueta ordinanza estiva (572.17) che prevede il divieto di consumo all’aperto di bevande alcoliche in qualsiasi contenitore e altresì di bevande e alimenti in bottiglie di vetro, lattine e altri contenitori atti ad offendere nell’ambito del parcheggio scambiatore di via Trieste all’altezza della rotonda degli Sgobbolari; nel tratto di via della Pace che collega il parcheggio scambiatore con l’intersezione di viale delle Nazioni; nella zona di viale delle Nazioni compresa fra l’intersezione con via Ciro Menotti e la tabella di inizio centro abitato “Marina di Ravenna”; negli stradelli carrabili e pedonali di raccordo con l’area retrodunale di viale delle Nazioni nel tratto ricompreso fra l’intersezione con via IV Novembre e la suddetta tabella di inizio centro abitato; nell’area retrodunale propriamente considerata, ricompresa nel medesimo tratto di cui sopra, nonché nell’ambito di via Rivaverde. Le disposizioni dell’ordinanza non si applicano a chi consuma nei pubblici esercizi e nelle rispettive aree di pertinenza autorizzate. Nelle stesse aree è inoltre vietato l’abbandono di bottiglie di vetro, lattine, vassoi, contenitori vari, di plastica, carta, vetro, cartone e simili.
Sono poi vietate la vendita, la somministrazione e il consumo di bevande alcoliche ovvero di bevande in contenitori di vetro e lattine nell’ambito dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande ubicati lungo il tratto di viale delle Nazioni ricompreso fra l’intersezione con via Ciro Menotti e la tabella di inizio centro abitato “Marina Di Ravenna”. Sono esclusi da tale divieto la somministrazione e il consumo con servizio al tavolo negli spazi organizzati per l’attività di somministrazione/ristorazione.
Durante l’intero periodo di apertura degli stabilimenti balneari sono vietati la vendita, la somministrazione e il consumo di bevande attraverso l’utilizzo di bottiglie, bicchieri, altri contenitori di vetro e lattine. Sono esclusi da tale divieto il servizio di somministrazione e il consumo al tavolo, negli spazi specifici organizzati per l’ attività di somministrazione/ristorazione.

INQUINAMENTO ACUSTICO

E’ in vigore dal 30 marzo l’ordinanza relativa alle “disposizioni in merito alla tutela dall’inquinamento acustico per le attività che svolgono trattenimenti danzanti e spettacoli musicali all’aperto”. In base al provvedimento gli stabilimenti balneari, i locali di pubblico spettacolo ed i pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande, ubicati sull’arenile demaniale che effettuano attività di trattenimento danzante e pubblici spettacoli musicali all’aperto, allo scopo di garantire livelli acustici conformi alle disposizioni normative in materia di inquinamento acustico e al fine di permettere un adeguato controllo dei livelli di rumorosità prodotti dall’attività musicale, sono obbligati, presentando apposita Valutazione d’Impatto Acustico redatta da Tecnico Competente in Acustica Ambientale, ad installare un sistema di controllo, misurazione e registrazione permanente dei livelli di emissione sonora prodotti (cd. fonometro) che consenta la verifica del rispetto dei limiti fissati nella valutazione di impatto acustico sulla base delle normative applicabili in materia acustica. L'obbligo sussiste anche per gli stabilimenti balneari che effettuano piccoli trattenimenti e spettacoli qualora tali attività musicali proseguano oltre le ore 24. Nel caso tali trattenimenti non si svolgano più di due volte a settimana e non durino oltre le 24 resta salva la facoltà di non installare il sistema di rilevazione e registrazione dei livelli sonori. Resta altresì salva la facoltà, per gli stabilimenti balneari, su espressa attestazione scritta da parte di Tecnico Competente in Acustica Ambientale del rispetto dei livelli sonori stabiliti dalla legge, di non installare il sistema di rilevazione e registrazione nel caso in cui venga effettuata una semplice emissione di sottofondo con un solo amplificatore e diffusori a bassa potenza.

ZTL A MARINA DI RAVENNA FINO AL 18 SETTEMBRE
Dal 25 maggio entra in vigore l’ordinanza che istituisce la zona a traffico limitato in alcune strade di Marina di Ravenna e il divieto di sosta/zona rimozione, senza deroga alcuna, sul lato dei numeri civici pari di viale delle Nazioni.
Il provvedimento sarà in vigore fino a lunedì 7 agosto dal giovedì alla domenica dalle 18.30 alle 6 del giorno successivo; da lunedì 7 a lunedì 21 agosto tutti i giorni dalle 18.30 alle 6; da giovedì 24 agosto a lunedì 18 settembre di nuovo dal giovedì alla domenica dalle 18.30 alle 6 del giorno successivo.
La ztl sarà istituita in viale delle Nazioni - nei tratti compresi fra viale IV Novembre e piazza Dora Markus e fra via C. Menotti e viale IV Novembre -, viale Volturno (nel tratto compreso fra viale Spalato e viale Lungomare) e via A. Callegati (nel tratto compreso fra viale Lungomare e viale Spalato); via G. Mameli (nel tratto compreso fra viale S. Pellico e viale delle Nazioni), viale Zara (nel tratto compreso fra via C. Menotti e viale IV Novembre) e viale Spalato (nel tratto compreso fra viale IV Novembre e via G. Mameli).
Saranno autorizzati al transito e alla sosta residenti, domiciliati e clienti delle attività ricettive (alberghi, pensioni, appartamenti) autorizzati in possesso di regolamentare contrassegno rilasciato dal Corpo di Polizia Municipale da esporre sul lato sinistro del parabrezza anteriore del veicolo; potrà inoltre essere rilasciato un solo permesso al titolare di ogni esercizio commerciale insediato nella zona (anche in caso di più titolari resterà immutato il numero di un permesso); veicoli di emergenza e pronto intervento, automezzi Hera per operazioni di pulizia e raccolta rifiuti, automezzi Enel, Hera Spa, Telecom ed altri gestori di servizi di interesse pubblico (solo per operazioni di emergenza), cicli, veicoli a servizio di persone invalide e taxi.