Sito Ufficiale del Comune di Ravenna

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Ravenna
 
 
 
 
Siti e portali esterni
 
Sei in: Home ›› Aree Tematiche ›› Bilanci e tributi ›› Bilancio Comunale ›› Fatturazione elettronica

Fatturazione elettronica

 

Comunicazione del Codice identificativo IPA degli uffici destinatari della fatturazione elettronica ai sensi del Decreto 3 aprile 2013 n. 55 del MEF “ Trasmissione e ricevimento delle fatture elettroniche”.

Il Decreto Ministeriale del MEF n. 55 del 3 aprile 2013 ha introdotto l’obbligo di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione in attuazione di quanto previsto dalla legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione il Comune di Ravenna, a decorrere dal 31 Marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano emesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’ allegato A “Formato della fattura elettronica“ del citato DM n. 55/2013 (Fatturapa).

Inoltre, a partire dal 1 luglio 2015, il Comune di Ravenna non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, delle fatture emesse in forma cartacea entro il 31/03/2015 sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.

Il DM n. 55/2013 (art. 3, comma 1) prevede che il Comune di Ravenna individui i propri uffici deputati alla ricezione delle Fatture Elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio secondo le modalità di cui all’allegato D “Codici Ufficio“.

L'IPA ha quindi attribuito alle diverse strutture Organizzative di questo Ente lo specifico Codice Univoco, come da elenco allegato, che deve essere inserito obbligatoriamente nell’elemento “Codice Destinatario” del tracciato della fattura elettronica (fatturapa).

Il Codice Univoco Ufficio è un’ informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al sistema di interscambio (SdI) gestito dall’ Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura all’ufficio destinatario, ossia specificatamente alla struttura organizzativa del Comune di Ravenna che ha disposto l’ordinativo di spesa ed è, pertanto, competente alla liquidazione della relativa fattura.

Si rammenta che i fornitori dovranno inserire all’interno delle fatture elettroniche, oltre il codice univoco, anche CIG e CUP della relativa procedura d’acquisto, ove necessari, nonché il riferimento all’ impegno contabile di spesa comunicato al fornitore.

A fine esemplificativo, si riporta lo SCADENZIARIO RIEPILOGATIVO DEGLI ADEMPIMENTI:

Data Fornitore Comune di Ravenna
< 31 marzo 2015 Emette fatture cartacee Riceve, processa, paga fatture cartacee
31 marzo 2015
< 30 giugno 2015
Emette fatture elettroniche

Riceve, processa, paga fatture elettroniche

Riceve, processa, paga fatture cartacee emesse prima del 31/03/2015

Rifiuta fatture cartacee emesse il 31/03/2015 o dopo

01/07/2015 Emette fatture elettroniche

Riceve, processa, paga fatture elettroniche

Processa, paga fatture cartacee emesse prima del 31/03/2015, purchè ricevute prima del 01/07/2015.

Rifiuta fatture cartacee, anche se emesse prima del 31/03/2015


Infine si invita a voler verificare, per quanto di proprio interesse, le “Specifiche operative per l’identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica“ pubblicate sul sito www.indicepa.gov.it e la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it.

Restano a disposizione per eventuali chiarimenti:

  • relativamente agli aspetti tecnico/informatici il dott. Mario Lanconelli – tel. 0544482071;
  • relativamente agli aspetti fiscali /contabili la rag. Domenica Casadio – tel. 0544482412.