Sito Ufficiale del Comune di Ravenna

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Ravenna
 
 
 
 
Siti e portali esterni
 
Sei in: Home ›› Aree Tematiche ›› Comunicazione pubblica e informazione ›› Ufficio Stampa e Comunicazione ›› Comunicati ›› Comunicati dell'ufficio stampa ›› 2013 ›› Partito un container di farmaci e materiali sanitari per il popolo Saharawi

Partito un container di farmaci e materiali sanitari per il popolo Saharawi

Anche quest'anno, nell'ambito dei progetti a sostegno della popolazione saharawi rifugiata nei pressi di Tindouf, nel sud dell'Algeria, è stato inviato un container di aiuti umanitari. Il materiale andrà a supporto della Casa del Parto, sostenuta dal Comune di Ravenna, presso l'Ospedale provinciale di Smara. L'intervento è co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e si avvale dell'apporto di numerosi partner italiani e locali.:

Come in passato, l'attività ha richiesto un notevole sforzo logistico, che è stato condiviso nel corso dei mesi con la ditta Fiore Casa di Spedizioni Srl di Ravenna, la quale ha rinnovato il proprio impegno e disponibilità a seguire le pratiche necessarie rinunciando ai propri oneri di competenza, favorendo inoltre le migliori condizioni per il deposito e l'invio del materiale, in stretta collaborazione con l'ufficio di Cooperazione Decentrata del Comune.

Attività di questo genere si rivelano di estrema importanza, in quanto mobilitano molte risorse, energie e sensibilità del territorio. In particolare, l'allestimento del container ha visto la partecipazione dell'associazione di Protezione Civile di Ravenna Radio Club Mistral, in particolare nel supporto logistico dell'azione. Grazie alla loro collaborazione è stato possibile accedere ad una donazione di attrezzature ospedaliere dismesse dall'Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna. Il personale interessamento da parte della dott.ssa Barbara Pesci, direttrice di Ravenna Farmacie S.r.l. ha garantito la fornitura di un importante quantitativo di prodotti igienici femminili e per i neonati da parte di SCA Hygiene SPA, nonchè la collaborazione della Farmacia Comunale n. 8 nella catalogazione di farmaci e presidi.

Il partenariato con l'Ospedale privato Domus Nova e il coinvolgimento delle ostetriche Norma Bini e Paola Zanellato e delle dottoresse Lea Zanotti e Carla Versari nello svolgimento delle attività progettuali hanno permesso di inviare farmaci e piccoli presidi, a sostegno della salute femminile saharawi. In questi giorni, la Mezzaluna Rossa Saharawi si sta occupando delle pratiche doganali e si farà carico della consegna del materiale alla popolazione rifugiata di Tindouf.

La spedizione del container è stata organizzata congiuntamente al Comitato di Solidarietà con il Popolo Saharawi di Rimini, partner della progettazione del Comune, che ha rinnovato il proprio contributo a sostegno dei rifugiati. Tali azioni acquisiscono ulteriore rilevanza in questo periodo di particolare sofferenza segnato dal crollo degli aiuti, dovuto alla crisi economica internazionale.

"Auspico – dichiara l'Assessore alla Cooperazione internazionale Valentina Morigi - che tali iniziative continuino a ricevere il sostegno e l'appoggio da parte della cittadinanza e dei partner coinvolti, che rendono la cooperazione decentrata un'esperienza di collaborazione fra due territori lontani solo geograficamente"