Sito Ufficiale del Comune di Ravenna

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Ravenna
 
 
 
 
Siti e portali esterni
 
Sei in: Home ›› Aree Tematiche ›› Cultura, sport e tempo libero ›› Musei ›› Museo d'Arte della Città ›› Il Museo d'Arte della Città

Il Museo d'Arte della Città

Via Di Roma, 13
tel. +39.0544.482477 - fax. +39.0544.212092 - email: infoSPAMFILTER@museocitta.ra.it

ORARI DI APERTURA:
Collezione permanente (tutto l'anno):
martedì, giovedì e venerdì 9-13.30 / 15 -18; mercoledì e sabato 9 - 13.30; domenica 15-18, lunedì chiuso
Le mostre temporanee: dal martedì al giovedì 9 - 18, venerdì 9 - 21, sabato e domenica 9 - 19, lunedì chiuso (l’orario può subire variazioni)
CHIUSURA: 15 agosto, 1 Novembre, 25 Dicembre, 1 Gennaio

Il Museo d'Arte della Città

Nata nel 1829, quale Galleria dell'Accademia Provinciale di Belle Arti, la Pinacoteca Comunale di Ravenna è contenuta all'interno del complesso monumentale della Loggetta Lombardesca. ( vedi pianta)
La denominazione rimanda al monastero cinquecentesco dei Monaci Portuensi, monumento strettamente collegato alla vicina chiesa di S.Maria in Porto. Dell'originaria struttura rimane solamente la facciata posteriore (in origine ingresso principale) prospicente i giardini pubblici.
Nell'elegante loggiato a due ordini di cinque archi, sostenuti da capitelli "lombardeschi" - secondo una tipologia che ritroviamo in altre costruzioni ravennati del XVI secolo - lavorarono marmorari campionesi e lombardi.
Nella visita al complesso monumentale dell'ex monastero, l'arme dei canonici di Porto (rappresentata da un castello stilizzato con tre torrette) si incontra ripetutamente, assieme all'indicazione delle relative date di costruzione: 1503-1518.

Il Museo d'Arte della Città

I cancelli in ferro battuto, che chiudono i cinque archi del piano inferiore, furono fatti nel 1907 da Vittore Sangiorgi.
La porta di ingresso al monastero di Santa Maria in Porto, smontata durante le demolizioni del 1885 e rimontata al Museo Nazionale, si trova oggi murata tra la Loggetta e l'abside della chiesa adiacente.
Negli anni '70 vengono qui trasferite l'Accademia di Belle Arti, la Pinacoteca (entrambe sorte 150 anni prima e ubicate fino a quel momento in via Baccarini) e il Museo Ornitologico e di Scienze Naturali. Successivamente, nel 1998-99, questa convivenza si interrompe essendo stata individuata in città una nuova collocazione logistica per l'Accademia.
L'istituzione esprime le proprie specifiche potenzialità di tutela, conservazione e valorizzazione nei confronti del patrimonio artistico che custodisce e di progettazione di una qualificata attività espositiva temporanea, assumendo così a pieno titolo la denominazione di Museo d'Arte della Città.
Il patrimonio artistico permanentemente esposto è attualmente articolato in tre Collezioni: antica, moderna e contemporanea. Il MAR svolge anche attività didattica per le scuole e per gli adulti. Ha pubblicato inoltre quaderni didattici destinati alla conoscenza e valorizzazione del proprio patrimonio museale.
Dotato di vari servizi per i visitatori – bookshop, caffetteria, sala conferenze, postazione per i disabili, biblioteca, stanza delle coccole – nel 2010 è stato riconosciuto “museo di qualità” dalla Regione Emilia-Romagna
Per la prenotazione di visite guidate rivolgersi ai nr. 0544.482042.
Presso il Museo d'Arte della Città è presente il Centro Internazionale di Documentazione sul Mosaico.