Sito Ufficiale del Comune di Ravenna

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Ravenna
 
 
 
 
Siti e portali esterni
 
Sei in: Home ›› Notizie di copertina ›› Protezione civile, allerta meteo per criticità idraulica dalle 12 di oggi alla mezzanotte di domani

Protezione civile, allerta meteo per criticità idraulica dalle 12 di oggi alla mezzanotte di domani

06/05/2019
Dalle 12 di oggi, lunedì 6 maggio, alla mezzanotte di domani, martedì 7 maggio, è attiva nel territorio del comune di Ravenna l'allerta meteo numero 32, per criticità idraulica, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia Romagna. L’allerta è gialla.
L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/) e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare).
Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua ed evitare di accedere ai capanni presenti lungo gli stessi.

05/05/2019
L’Agenzia regionale di protezione civile e Arpae Emilia Romagna hanno appena emesso una nuova allerta meteo, la numero 31, valida dalle 12 di oggi, domenica 5 maggio, alla mezzanotte di domani, lunedì 6.Per quanto riguarda il territorio del comune di Ravenna sono confermati i contenuti dell’allerta numero 30, cioè livello arancione per criticità idraulica e idrogeologica e giallo per vento, stato del mare e criticità costiera.L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/) e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare).Il sindaco Michele de Pascale, autorità comunale di protezione civile, raccomanda “di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso, prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua ed evitare di accedere ai capanni presenti lungo gli stessi, fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento, della pioggia e della grandine o suscettibili di essere danneggiati; prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati nè a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge”.

04/05/2019
Dalla mezzanotte di oggi, sabato 4 maggio, alla mezzanotte di domani, domenica 5 maggio, sarà attiva nel territorio del comune di Ravenna l'allerta meteo numero 30, per criticità costiera, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia Romagna. L’allerta è arancione per criticità idraulica e idrogeologica e gialla per vento, stato del mare e criticità costiera.
L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/) e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare).
Il sindaco Michele de Pascale, autorità comunale di Protezione civile, raccomanda “di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso, prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua ed evitare di accedere ai capanni presenti lungo gli stessi, fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento, della pioggia e della grandine o suscettibili di essere danneggiati; prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati nè a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge”.