Sito Ufficiale del Comune di Ravenna

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Ravenna
 
 
 
 
Siti e portali esterni
 
Sei in: Home ›› Notizie di copertina ›› Giorno della memoria, numerosi eventi per ricordare la Shoah e lo sterminio di milioni di persone

Giorno della memoria, numerosi eventi per ricordare la Shoah e lo sterminio di milioni di persone

Il 27 gennaio ricorre il 74° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Dal 2000, con una legge, la Repubblica italiana ha istituito il Giorno della Memoria proprio in questa data per ricordare la Shoah, la deportazione e lo sterminio nei campi di concentramento di milioni di persone.
Incontri, concerti, letture, spettacoli teatrali e film sono le proposte del Comune di Ravenna e di numerose istituzioni e realtà per commemorare e ricordare, perché la memoria sia lo strumento affinché simili eventi non possano mai più accadere. Tra gli altri si segnalano i seguenti appuntamenti (il calendario potrà variare ed essere aggiornato nei prossimi giorni).

Dal 21 gennaio al 7 febbraio

L’assessorato al Decentramento, in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza di Ravenna, propone gli eventi teatrali:
Kaninken di Antonella Gullotta con Elio Ragno, drammaturgia e regia di Eugenio Sideri, produzione Lady Godiva Teatro
Anna Frank lettura scenica con Anita Guardigli – Associazione culturale Asja Lacis
Spettacoli rivolti alle classi terze delle scuole secondarie di primo grado (Scuole Don Minzoni, Gessi di San Pietro in Vincoli, Ricci Muratori, V. da Feltre di San Pietro in Campiano, Montanari, Mattei di Marina di Ravenna, S. P. Damiano, Novello, Randi, Valgimigli di Mezzano, Casadio di Piangipane)

Giovedì 24 gennaio
20.30 - Archivi del Novecento - via di Roma, 167
Proiezione del filmato “La passeggera” di Andrzej Munk (Polonia, 1963)
Promossa da Istituto storico della Resistenza di Ravenna. La proiezione sarà introdotta da una breve presentazione del direttore dell’ISREC Giuseppe Masetti
20.30 - Casa delle Donne - via Maggiore 120
Raccontiamo Liliana Segre “Io so che significa essere respinti. Perdere in un attimo tutta la speranza"
Come ogni anno, la Casa delle donne di Ravenna sceglie le parole di un’autrice, per non dimenticare. Quest’anno è la senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto, ad essere la protagonista della serata.
Le lettrici della Casa delle donne la racconteranno attraverso un filmato e una lettura a più voci del suo testo Scolpitelo nel vostro cuore e di quello a lei dedicato da Daniela Padoan Come una rana d’inverno.
Evento gratuito e aperto al pubblico. Per informazioni: fb @casadelledonneravenna.

Venerdì 25 gennaio
17.00 - Salone delle Feste di Palazzo Rasponi - Piazza Kennedy 12
Conferenza del professor Dieter Pohl, docente di storia contemporanea all’Università di Klagenfurt, sul tema “Il regime nazista come sistema criminale”.
“I crimini del regime nazista e la Shoah” è il tema della lectio magistralis che il professor Pohl terrà a Palazzo Rasponi venerdì 25 gennaio alle ore 17, con un rinnovato sistema di traduzione simultanea a beneficio del pubblico presente in sala.
Non sono molti gli studi che tengono insieme la Shoah e le altre violenze di massa pianificate dal nazismo, come il massacro dei Sinti e dei Rom, la soppressione dei disabili tedeschi, portatori di malattie genetiche, gli asociali o i numerosi prigionieri di guerra e nemici politi russi. L’intervento del professor Pohl analizzerà questi crimini, affrontando il tema delle definizioni dei gruppi di vittime, la corresponsabilità degli stati alleati della Germania, il carattere singolare della violenza nazista.
Promossa da Istituto storico della Resistenza di Ravenna in collaborazione con Istituzione Biblioteca Classense, Fondazione Casa di Oriani e Rete degli Istituti Romagnoli.
E’ prevista la traduzione simultanea, prenotazione consigliata 0544.84302 oppure istorico@racine.ra.it

Sabato 26 gennaio
ITIS Nullo Baldini - via Marconi 2
Apertura della mostra fotografica "Un'idea è un'idea e nessuno la rompe"
La mostra racconta i viaggi della memoria a cui hanno partecipato gli studenti dell'ITIS in Polonia (Auschwitz-Birkenau e Cracovia), a Fossoli (Mo), in Alsazia-Lorena-Strasburgo e alla Ferrara ebraica e bassaniana.
La mostra, allestita al primo piano dell'istituto, resterà aperta dal 26 gennaio al 13 aprile, orario 9-12.

DOMENICA 27 GENNAIO

11.00 - Atrio stazione ferroviaria di Ravenna
Omaggio alla lapide in memoria degli ebrei transitati per la stazione di Ravenna con destinazione Auschwitz.
Nella lapide sono riportati i nomi degli ebrei che furono rastrellati in varie località della Romagna tra il dicembre del 1943 ed il gennaio del 1944 e carcerati a Ravenna. La notte del 24 gennaio 1944 furono spinti in catene nella stazione ferroviaria e trasferiti nel carcere di San Vittore. Furono deportati da Milano ad Auschwitz il 30 gennaio 1944. Tornò uno solo di loro, morente.
Questi i nomi dei 31 ebrei transitati per la stazione di Ravenna: Hilde Fanny Abraham (anni 38), Elsa Bidussa (anni 41) con le figlie Vera Pinto (24) e Wanda Pinto (16), Ida Caffaz, (62), Emma Del Vecchio (63), Amalia Fleischer (58), Lucia Forti (64) con le sorelle Elda (62), Lina (60) e Anna (58), Sabine Haas (58), Matilde Hakim (46) con i figli Nino Matatia (19) e Camelia Matatia (17), Diana Jacchia (62) e con la sorella Dina (59), Simeone Krzentowsky (55) con il fratello Salomone (54) e la cognata Sally (49), Angelo Piazza (69) con la moglie Margherita Ascoli (61) e la figlia Maria Luisa (34), Umberto Sanguinetti (53), Gersch Talmatzky (51) con la moglie Ethel Katz (53) e i figli Regina (29) e Valerio (24), Siegfrid Wohlgemuth (55), Elsa Zamorani (60) con il figlio Gino Guglielmi (32).

16.00 – Museo d’Arte della Città, Sala Martini – via di Roma 13
Presentazione in anteprima assoluta del cortometraggio animato “Ènzul e parpài” (Angeli e farfalle), realizzato dai ragazzi del progetto “Lavori in Comune - SPiV toons” con la direzione di Claudio Tedaldi.
L'opera interpreta, attraverso una accurata stop motion con le tessere di mosaico, due poesie in dialetto romagnolo: “I mur dla gvëra” di Nevio Spadoni e “La farfala” di Tonino Guerra. In pochi minuti di animazione filmata si affrontano in modo emozionante “i muri”, gli orrori e la brutalità insensata della guerra, la prigionia ne la fame, ma anche la liberazione e la felicità di riscoprire anche in sé stessi un’umanità che sembrava svanita.
Alla presentazione parteciperanno: Gian Andrea Baroncini - Assessore al Decentramento del Comune di Ravenna, Claudio Tedaldi e il gruppo dei giovani autori ed autrici del filmato, Nevio Spadoni - poeta e drammaturgo, Bruna Tabarri - ANPI Ravenna, Carla Fabbri - Presidente dell'Istituto “Friedrich Schürr” per la tutela del dialetto romagnolo e Maurizio Tarantino - Direttore del MAR

Lunedì 28 gennaio
21.00 - Ridotto del Teatro Alighieri - via Mariani 2
Concerto in memoria delle vittime dell’Olocausto
Young Musicians European Orchestra, diretta da Matteo Parmeggiani, pianista Dario Zanconi, oboista Estelle Akta, violinista Matteo Cimatti.
Organizzato da Emilia Romagna Concerti con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Mibac, Sapir e Ambasciata di Israele in Italia, e con la collaborazione di Dis-Ordine di Malta.
Informazioni: biglietteria del Teatro Alighieri 0544.249244 - erconcerti@yahoo.it

Martedì 29 gennaio
17.00 - Sala Spadolini della Biblioteca “A. Oriani” - Via Corrado Ricci 26
Presentazione del volume “Quindici mesi nei lager. Memorie di Pierina Zampar”, a cura di Marco Serena (ISREC Ravenna). La storia di una deportata ravennate sopravvissuta agli orrori dei campi di Auschwitz-Birkenau, Ravensbrück e Bergen-Belsen
Promossa da Istituto storico della Resistenza di Ravenna

Giovedì 31 gennaio
9.30 - Sala del Consiglio Comunale - piazza del Popolo 1
Consulta delle ragazze e dei ragazzi
Seduta dedicata al “Giorno della Memoria”

Lunedì 4 febbraio
10.00 - Teatro Rasi - Via di Roma 39
Incontro testimonianza del dottor Cesare Finzi, testimone della Shoah, con gli studenti delle scuole secondarie di primo grado.
Promossa da Istituto storico della Resistenza di Ravenna

Le biblioteche dell'Istituzione Classense ricordano il Giorno della Memoria con percorsi bibliografici
BIBLIOTECA CLASSENSE - via Baccarini 3 - Ravenna 0544.482112 informazioni@classense.ra.itù
BIBLIOTECA HOLDEN - via Baccarini 1 - Ravenna 0544.482119/116 holden@classense.ra.it
CASA VIGNUZZI Biblioteca per ragazzi Centro di lettura per l'infanzia - via S. Mama 175 - Ravenna 0544.482819 vignuzzi@classense.ra.it
BIBLIOTECA ADA OTTOLENGHI - piazzale Marinai d’Italia 19 - Marina di Ravenna 0544.538901 biblio.ottolenghi@classense.ra.it
BIBLIOTECA CELSO OMICINI - via Vittorio Veneto 21 - Castiglione di Ravenna 0544.951754 biblio.castiglione@classense.ra.it
BIBLIOTECA MANARA VALGIMIGLI - via Cella 488 - S. Stefano 0544.563662 biblio.valgimigli@classense.ra.it
BIBLIOTECA OLINDO GUERRINI - via O. Guerrini 60 - S. Alberto 0544.529805 biblio.salberto@classense.ra.it