Sito Ufficiale del Comune di Ravenna

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Ravenna
 
 
 
 
Siti e portali esterni
 
Sei in: Home ›› Notizie di copertina ›› Ravenna “Piazza della comunità educante”: cento professionisti a confronto per migliorare sempre di più i servizi per l’infanzia. Previsto un questionario on-line per i genitori

Ravenna “Piazza della comunità educante”: cento professionisti a confronto per migliorare sempre di più i servizi per l’infanzia. Previsto un questionario on-line per i genitori

Un centinaio di professionisti, tra pedagogisti dei tre distretti territoriali della provincia, operatori dei servizi pubblici 0-3 anni (pediatri, neuropsichiatri, psicologi, operatori dei consultori e della riabilitazione, educatori, assistenti sociali ecc...), del mondo dell’associazionismo e di altri servizi educativi (centri per le famiglie, biblioteche, ludoteche, scuole...) parteciperanno domani, mercoledì 14 marzo, dalle 14.30 alle 18.30 a palazzo Rasponi dalle Teste, all’appuntamento “Piazza della comunità educante”, finalizzato ad arricchire la riflessione e la progettualità intorno ai servizi per l'infanzia, anche per renderli sempre più rispondenti ai nuovi bisogni delle famiglie.

L’incontro partecipato è all’interno della ricerca-azione commissionata ad Iress Soc. Coop (Istituto di ricerca per i servizi sociali e sanitari) dal Comune di Ravenna, per definire le motivazioni relative alla mancata iscrizione di bambini in età 0-3 anni ai servizi educativi per l'infanzia, nel territorio della provincia, e per costruire una mappa dei bisogni educativi e organizzativi delle famiglie con figli in età 0-3 anni.

In stretta collaborazione con i Comuni della provincia di Ravenna ed il Coordinamento pedagogico territoriale, il Comune di Ravenna ha organizzato la “Piazza” con l'obiettivo di favorire il confronto e lo scambio reciproco tra professionisti e addetti ai lavori, non solo in un’ottica esplorativa ma anche propositiva, per formulare percorsi di lavoro e risposte concrete ai bisogni emersi dalle famiglie.

La ricerca-azione proseguirà con il coinvolgimento dei genitori che non hanno iscritto i propri figli al nido, somministrando loro un questionario on-line, in modo da intrecciare il punto di vista dei gestori dei servizi con quello delle famiglie.

Le famiglie interessate che, ad oggi, hanno almeno un figlio nato fra il 2014 e il 2017 che non frequenta il nido e/o non l'ha frequentato, possono partecipare alla ricerca compilando entro il 24 marzo il questionario on line reperibile al seguente link: http://bit.ly/questionario-nid