C.A.A.D. – Centro Adattamento Ambiente Domestico

PROGETTO: Centro Adattamento Ambiente Domestico C.A.A.D.

Finalità del progetto
Assicurare a tutti i cittadini interessati nell’ambito provinciale, le funzioni di informazione e di consulenza, relative all’adattamento dell’ambiente domestico.

Il C.A.A.D. di Ravenna si occupa di informazione e consulenza su tutti gli adattamenti che possono essere effettuati nel domicilio di persone disabili e anziane onde favorirne la massima autonomia e la permanenza al proprio domicilio, evitarne possibilmente il ricorso in costose strutture assistenziali e sanitarie e favorire anche il lavoro di cura dei famigliari, spesso estremamente gravoso.

Il C.A.A.D. realizza interventi integrati, tramite una équipe multidisciplinare (operatore sociale, fisioterapista, tecnico progettista), riferiti al settore degli ausili, dell’abbattimento delle barriere architettoniche, delle tecnologie, delle automazioni, del controllo ambientale, della domotica, riferiti ai vari ambienti domestici ed alle funzioni in essi espletate (igiene, alimentazione, comunicazione, studio, lavoro, riabilitazione, riposo, svago, ecc.).

Il Servizio cura anche l’informazione su tutte le facilitazioni fiscali ed i contributi a cui i cittadini possono accedere per questi adattamenti, nonché il raccordo con tutti quegli Enti ed organismi che hanno competenze in materia, proponendosi quindi come risorsa aggiuntiva a quanto già realizzato dalla rete dei servizi ed opportunità territoriali.

SEDE DEL C.A.A.D.
Via Massimo D’Azeglio, 2 al secondo piano
tel.0544.482466
e-mail: casaamica@comune.ra.it

MODALITA’ DI ACCESSO:
appuntamento telefonico

TARGET DI UTENZA:

  • Persone con disabilità e famigliari;
  • Anziani che presentano problematiche connesse alla disabilità psico fisica e la demenza senile;
  • Operatori dei Servizi Sociali Sanitari che a vario titolo e competenze sono legati al percorso di autonomia da parte dell’utenza;
  • Tecnici e funzionari pubblici e privati coinvolti, a vario titolo, in progetti di autonomia e mobilità;
  • Amministratori locali che necessitano di orientamenti legislativi;
  • Associazioni che necessitano di orientamento di carattere legislativo, tecnico ed economico.